Gelosia e scambismo possono convivere?

Lo Swinging, più comunemente chiamato scambismo, indica lo scambio di coppia, o l’esperienza sessuale vissuta con il proprio partner contemporaneamente ad un’altra coppia. La coppia, di comune accordo, decide di incontrare un’altra coppia, scambiandosi reciprocamente il partner,  oppure condividendone l’intimità pur restando “fedeli” al coniuge: quando non avviene un vero e proprio scambio di coppia, le coppie vivono l’esperienza erotico-sessuale contemporaneamente  (Quattrini, 2017).

All’interno delle pratiche scambiste esistono delle “varianti”, come il “mate-swapping” che consiste in un particolare tipo di “baratto” per cui il partner di sesso maschile decide di coinvolgere la propria partner affinché si presti in un rapporto intimo con un altro individuo. I “bull” invece, sono uomini, solitamente single (con particolari caratteristiche dominanti), che accettano di essere coinvolti all’interno di un particolare scambio di coppia (Quattrini, 2017).

Quando si parla di scambismo è molto probabile porsi delle domande sulla gelosia del tipo “come può un uomo rimanere tranquillo e fiducioso quando la propria partner o moglie gode delle attenzioni sessuali di un altro uomo?” oppure “come può una donna accettare che il proprio marito o compagno baci o tocchi le parti intime di un’altra donna o di più partner alla volta?”. A tali domande molti scambisti risponderebbero che tale attività erotico-sessuale non è un modo per “salvare” una relazione ma un modo per fortificarla.

Per far sì che una coppia scambista “funzioni” è importante riconoscere alcune caratteristiche fondamentali. Nella centralità della sessualità intesa come collante matrimoniale, ma anche come espressione del piacere psico-fisico dei partner, il focus verte su due aspetti: l’alleanza e la fiducia (Quattrini, 2017).

Nelle coppie “aperte” l’alleanza e la fiducia sono l’espressione della complicità e del piacere inteso come “gioco” e “scambio” di emozioni.

Vi sono regole necessarie al buon “funzionamento” di tale coppia: il rispetto e l’esclusività del proprio partner, intesa come sicurezza dell’esistenza dell’altro, la condivisione nelle scelte e la differenziazione dei partner quindi la soddisfazione data dal “piacere” vissuto dal coniuge nel gioco di scambio. Nelle coppie aperte, i partner sembrano possedere una marcia in più: condividono e gestiscono i propri spazi in piena armonia e sintonia, senza dimenticare che ciò che viene fatto e sperimentato è l’espressione massima del piacere e del benessere sessuale e di coppia (Quattrini, 2017).

L’aspetto dell’esclusività del partner può sembrare paradossale ma è un elemento fondamentale tra gli scambisti, in quanto ogni partner decide per l’altro ma solo nel rispetto del coniuge si permette l’esperienza trasgressiva, tenendo a mente che prima di tutto viene la coppia.

Nella coppia monogamica la gelosia può segnare uno spartiacque dell’andamento relazionale. I partner riconoscono i limiti ed i pericoli che si celano dietro i possibili “cedimenti” e tradimenti ma pur riconoscendo tali pericoli che minerebbero l’aspetto relazionale della coppia, molti coniugi trasgrediscono tali regole. Questo tipo di tradimento, spesso messo in atto per colmare carenze affettivo-relazionali o per riappropriarsi di emozioni ormai sopite, quando non condiviso con il proprio partner, diviene inevitabilmente l’anticamera della separazione.

Nelle coppie “aperte”, come riportato anche da due docenti dell’Università di Sussex in Inghilterra, la gelosia è invece utilizzata per rinforzare e rendere più intrigante la relazione sentimentale (de Visser e McDonald, 2007). Non solo per gli uomini ma anche per le donne, la gelosia aumenta l’eccitazione e la stimolazione. (Quattrini, 2017). L’utilizzo della gelosia all’interno della dinamica di coppia permette ai partner di negoziare il ruolo che separa l’intimità fisica condivisa con le altre coppie swinging e l’intimità emotiva, esclusiva invece della relazione principale.

E’ di fondamentale importanza valutare l’aspetto emotivo in quanto, come sostenuto dal dottor Quattrini (2017), ciò che potrebbe mettere in crisi anche la coppia non monogamica e mettere in discussione sia la dinamica di coppia sia l’esperienza trasgressiva vissuta fino a quel momento è l’eventuale attrazione di tipo “emotivo” che uno dei due partner potrebbe provare per un altro partecipante dell’esperienza swinging; ciò potrebbe attivare nel coniuge la percezione e la paura di un certo coinvolgimento affettivo-sentimentale e la conseguente sensazione di “perdita” del controllo della situazione e paura di poter perdere il partner.

Appare chiaro il sottile filo che separa la coppia monogamica da quella aperta sul tema della gelosia. Il comune denominatore è la “fiducia”, che nelle prime è enfatizzato dal rigore di certe regole socio-culturali e nelle seconde è invece sperimentato nella condivisione di un’esperienza trasgressiva, a patto che i partner riconoscano la differenza tra il gioco swinging e l’esclusività affettivo-emotiva della relazione principale (Quattrini, 2017).

Tutto sommato le coppie aperte, al pari di quelle monogame, rispettano le regole di base della relazionalità, ossia fiducia e rispetto, oltrepassando però i confini di una sessualità culturalmente stereotipata e talvolta impregnata di tabù.

Tirocinante:  Fabiola Soranno

Tutor: Davide Silvestri

BIBLIOGRAFIA

De Visser R, Mc Donald D. (2007), “Swings and roundabouts: Management of jealousy in heterosexual swinghing couples”, British Journal of Social Psychology, 46, 459-476.

Quattrini F., (2017), Il piacere al maschile, Giunti O. S. Psychometrics s.r.l.

Lo scambismo, fortifica o danneggia la coppia

Condividi

Lascia un commento

Scrivi e poi premi Invio per cercare