in Esperienze sensoriali e giochi, Sexlog

Non è molto frequente in Occidente sentir parlare di tantra: si tratta di un’antichissima disciplina appartenente alla cultura indiana, il cui obiettivo è la conoscenza profonda di se stessi.
La parola “tantra” è di origine sanscrita e può assumere diversi significati, fra cui “principio”, “essenza”, “tecnica”, “trama” o “telaio”. Inizialmente veniva utilizzata per indicare un insieme di tradizioni e di insegnamenti spirituali ed esoterici, successivamente è stata usata per indicare un insieme di pratiche e rituali sessuali considerati “sacri” che permettono al corpo e alla mente di liberarsi e di provare sensazioni uniche, che alcuni arrivano a definire “stati di estasi”.

In realtà, non si tratta solo di un insieme di tecniche, ma di un vero e proprio modo di vedere e vivere la vita.
Il sesso tantrico è nato in India nel 400 a.C., tempo in cui il sesso era considerato non solo un modo per accedere alla vera essenza di una persona, ma anche una sorta di unione sacra fra due divinità, l’energia maschile e quella femminile: l’uomo rappresentava la manifestazione terrena del dio Shiva e la donna della dea Shakti. Nella società odierna, in cui spesso la sessualità viene vissuta più con la testa che con il corpo, il sesso tantrico insegna l’importanza della lentezza, dell’attenzione, della naturalezza e della complicità.

Le posizioni del tantra permettono di migliorare la sintonia nel rapporto di coppia, ma soprattutto di riscoprire una sessualità diversa, molto più appagante. Le posizioni tantriche si rifanno ad una precisa filosofia orientale che prevede un ribaltamento dei tradizionali ruoli maschile/femminile: la parte attiva appartiene alla donna, la quale ha il compito di trasferire la sua “energia fredda” al maschio, che la trasforma in “energia calda”. Non si vuole raggiungere l’orgasmo, ma piuttosto si intende accrescere la propria energia vitale. L’esperienza dell’orgasmo tantrico si basa sulla continenza sessuale: lui non deve eiaculare e lei non deve avere un orgasmo esplosivo.

Come spiegano gli insegnanti della scuola TantraYoga di Bologna, che si ispirano agli insegnamenti tradizionali tramandati dai saggi dell’India e del Tibet:«A differenza dell’orgasmo tradizionale, in cui l’uomo arriva al punto di non ritorno, eiacula e la sua sessualità crolla, nell’orgasmo tantrico l’uomo, subito prima del punto di non ritorno applica le tecniche per la continenza riuscendo ad avere un orgasmo senza eiaculazione». Questo tipo di esperienza può aprire la porta a nuove, potenti sensazioni, facendo sì che subito dopo il primo orgasmo ne seguano altri, in una condizione di benessere multi-orgasmico. Sembra complicato, eppure quest’onda tantrica può durare ore, un lungo spazio di tempo in cui entrambi gli amanti possono continuare ad avere orgasmi implosivi senza eiaculazione e senza perdita di energia.

La posizione normalmente utilizzata nel sesso tantrico è quella in cui la donna si siede sulle cosce del partner, incrociando le gambe dietro la sua schiena e tenendolo stretto a sé. La persona seduta da sola crea il cosiddetto “Mezzo Loto”, mentre insieme si otterrà il Loto intero. Così facendo, è possibile anche guardarsi negli occhi, creando una connessione più profonda. Mantenendo questa posizione, si inizia facendo alcuni respiri lenti e profondi e piano piano si va a toccare ogni parte del corpo dell’altro, mentre si compie un movimento che dovrà essere oscillatorio come quello di un dondolo. La penetrazione non è indispensabile. Si può provare piacere anche con il semplice contatto. Nel sesso tantrico, l’orgasmo è meno importante rispetto alla volontà di sentirsi nel momento e connettersi in un modo più intimo l’uno con l’altro. Ecco perché è una pratica che ci fa vivere il sesso da un’altra prospettiva.

 

Tirocinante: Bianca De Astis

Tutor: Fabiana Salucci

 

Sitografia:

Sesso tantrico, le dieci cose che (forse) non sai sul piacere

L’orgasmo tantrico

https://www.vanityfair.it/benessere/sesso/2020/10/15/orgasmo-tantrico-come-si-raggiungere-perche-e-cosi-speciale-sesso-tantra-coppia-intesa-sessuale-complicita-preliminari-piacere-condiviso

https://www.donnamoderna.com/amore-relazioni/tantra-chiavi-del-piacere-femminile-orgasmo

Condividi

Lascia un commento

Scrivi e poi premi Invio per cercare