in Informazione ed educazione, Sexlog

Lo squirting è la fuoriuscita volontaria o involontaria di liquido dall’uretra femminile durante una stimolazione sessuale. Può avvenire in concomitanza dell’orgasmo, o in tempistiche disconnesse da esso. Va distinta dall’eiaculazione femminile, in quanto quest’ultima proviene dalle ghiandole di Skene e presenta una consistenza biancastra e densa, mentre lo squirt sembrerebbe provenire, secondo una parte della comunità scientifica, prevalentemente dalla vescica, con fuoriuscita uretrale.

È stato oggetto di grande dibattito negli ultimi anni, in quanto i contenuti pornografici hanno iniziato a proporlo, suscitando negli utenti interessi e curiosità.
Rispetto a questo interesse, si potrebbe dire che un ruolo fondamentale lo gioca il fatto che sia una manifestazione esplicita ed esterna del piacere femminile (anche se non tutte le persone lo trovano piacevole).

Da un lato, essendo una fuoriuscita esterna, rasserena l’uomo eterosessuale, spesso preoccupato e timoroso della presenza dell’orgasmo e del piacere della partner, rispetto a tutti i misteri e la disinformazione legata alla sessualità femminile; pensiamo all’ipotesi della finzione dell’orgasmo o alla difficoltà nella percezione del raggiungimento del picco di piacere della partner. Dall’altro, per il femminile, è stato percepito come un fenomeno simil eiaculatorio, e già per questo curioso, oltre che una pratica potenzialmente piacevole da aggiungere a quelle già presenti.

D’altro canto, oltre ai fattori positivi, ha aggiunto anche delle preoccupazioni negli individui: squirtare o far squirtare può essere una preoccupazione performativa per alcune persone, che finiscono per sentirsi inadeguate in caso di mancato raggiungimento. In questo senso, è importante comprendere che lo squirting non equivale all’orgasmo, e non è detto che sia piacevole per ogni individuo. È una pratica additiva, un plus, ma non una stretta necessità.

Tutte le persone possono raggiungerlo, persino gli uomini. Quindi, lo squirting, sembrerebbe essere nient’altro che la fuoriuscita dell’urina che in concomitanza di un’attività fisica si genera automaticamente, ed essendo il sesso una di queste, la vescica si riempie. Da qui, attraverso una serie di stimolazioni, che variano da individuo a individuo, ci può essere questa fuoriuscita più o meno volontaria.

Le stimolazioni più comuni che risultano nello squirting per quanto riguarda il femminile sono: la stimolazione della zona CUV (clito-uretro-vaginale, il complesso del piacere femminile), in particolare del tessuto situato sulla parte superiore del terzo esterno della vagina, attraverso le dita o un sex toy come il double bull, oppure attraverso una stimolazione clitoridea manuale o da sex toy come wand o rabbit. La sensazione testimoniata dalle persone che squirtano è quella di uno stimolo simile a quello della minzione, mista a piacere.
Per quanto riguarda l’uomo, questa pratica è diffusa soprattutto nel mondo gay, e si riporta che avviene prevalentemente post-eiaculazione, attraverso una stimolazione orale o di accarezzamento del glande.

La composizione del liquido è urina. A testimonianza di ciò, è presente uno studio del 2022 di Inoue e collaboratori che riporta i seguenti risultati:

“Cinque donne hanno partecipato a questo studio. Tutte le donne erano in grado di squirtare; tre squirtavano solo con la stimolazione sessuale manuale e due con la stimolazione sessuale penetrativa. Il liquido aveva la vescica come fonte. Il fluido era PSA-positivo in quattro pazienti.
Il componente principale del liquido fuoriuscito è l’urina, ma può contenere anche liquido proveniente dalle ghiandole di Skene (prostata femminile).”

Per quanto riguarda lo squirting maschile, uno studio del 2018 di Hara e collaboratori riporta:

“Nello squirting maschile, l’urina nella vescica fuoriesce dall’orifizio uretrale esterno a causa della forte contrazione della prostata e dei muscoli striati pelvici.”

Tutor: Maurizio Leuzzi
Tirocinante: Livio Ricciardi

 

Fonti:

-Hara R, Nagai A, Nakatsuka T, Ohira S, Fujii T, Miyaji Y. Male squirting: Analysis of one case using color Doppler ultrasonography. IJU Case Rep. 2018 Oct 10;1(1):19-21. doi: 10.1002/iju5.12021. PMID: 32743357; PMCID: PMC7292083.

-Inoue M, Sekiguchi Y, Ninomiya N, Kobayashi T, Araki M. Enhanced visualization of female squirting. Int J Urol. 2022 Nov;29(11):1368-1370. doi: 10.1111/iju.15004. Epub 2022 Aug 24. PMID: 36000809.

-Pastor Z, Chmel R. Female ejaculation and squirting as similar but completely different phenomena: A narrative review of current research. Clin Anat. 2022 Jul;35(5):616-625. doi: 10.1002/ca.23879. Epub 2022 Apr 16. PMID: 35388532.

-Rubio-Casillas A, Jannini EA. New insights from one case of female ejaculation. J Sex Med. 2011 Dec;8(12):3500-4. doi: 10.1111/j.1743-6109.2011.02472.x. Epub 2011 Oct 13. PMID: 21995650.

Condividi

Lascia un commento

Scrivi e poi premi Invio per cercare