Feederism: la mia eccitazione aumenta in proporzione al tuo peso

L’’essere umano nel corso della sua vita può sperimentare svariate forme di attrazione. Tra le più comuni c’è quella sessuale, generalmente vissuta nei confronti di un’altra persona e sovente accompagnata da un coinvolgimento sul piano emotivo e fisico. Come si legge sul DSM – 5 (2013), quando suddetta attrazione è accompagnata da un intenso e persistente interesse sessuale diverso dall’interesse sessuale per la stimolazione genitale o i preliminari sessuali con partner umani fenotipicamente normali, fisicamente maturi e consenzienti, si parla di parafilia. Nel DSM – 5, a differenza delle precedenti edizioni, viene effettuata una distinzione tra parafilia e  Disturbo Parafilico, definito come una parafilia che nel momento presente, causa disagio o compromissione nella persona o la cui soddisfazione ha arrecato, o rischiato di arrecare, danni a se stessi o agli altri. In poche parole la parafilia rappresenta una condizione necessaria ma non sufficiente affinché si parli di un vero e proprio disturbo.

 

Il DSM – 5  descrive 8 Disturbi Parafilici maggiori:

  • Disturbo Esibizionistico
  • Disturbo Frotteuristico
  • Disturbo Voyeuristico
  • Disturbo Feticistico
  • Disturbo Pedofilico
  • Disturbo da Masochismo Sessuale
  • Disturbo da Sadismo Sessuale
  • Disturbo da Travestitismo

Nel Feticismo l’eccitazione sessuale viene innescata da oggetti inanimati (reggiseni, mutande, calze,..) o da oggetti “animati”, come alcune parti del corpo (il piede rappresenta il feticcio più comune). Una categoria di Feticismo è rappresentata dai Feticisti del grasso, i quali nutrono un’attrazione sessuale nei confronti di persone che risultano in sovrappeso o in obesità. Tale Feticismo, definito Fat Feticism, non  è particolarmente conosciuto tra l’opinione pubblica anche se numerosi sono i siti erotici aventi Big Beutiful Woman (BBW) o Super Sized-BBW (SSBBW) come protagoniste (Shugart, 2016). Una varietà di Fat Feticism è il Feederism dove la gratificazione sessuale è il risultato di azioni che hanno lo scopo di procurare al partner un aumento di peso. Nel “mondo” del Feederism, all’interno delle dinamiche di coppie, esiste una parte attiva e una controparte passiva: il “feeder” è l’alimentatore, che fornisce cibo da ingrasso e il “feedee” è l’altro che ingrassa (Richardson, 2010).

Al fine di  comprende meglio il fenomeno sarebbe auspicabile porre attenzione ai Social Network, nello specifico Chatroom, dedicati esclusivamente a questa categoria di persone, dove è possibile condividere quelle che sono esperienze già vissute da altri. Alcuni membri godono semplicemente visionando persone più grasse di loro o foto di altri che aumentano progressivamente di peso sino a raggiungere l’immobilità.

Un sito noto è www.FantasyFeeder.com in cui si possono caricare foto e video o visualizzare quelli di altri, leggere storie di aumento di peso, consultare i profili iscritti al sito, intraprendere una chat, parlare dell’ obesità estrema, esperienza di grasso, sottomissione e dominazione o addirittura  scambiarsi ricette ipocaloriche.

Probabilmente, sentir parlare per la prima volta di  Feederism, o cercare di capire le dinamiche attuate da questi soggetti, può generare sgomento. I numerosi siti che  promuovono  l’accettazione di questo tipo di comportamento confermano che si tratta di una parafilia molto diffusa, nonostante sia poco conosciuta e rappresenti una pratica estrema e per certi versi pericolosa. Considerare il cibo un “elemento erotico”  da introdurre nei giochi di coppia può costituire una simpatica alternativa, ma non bisogna mai sottovalutare la possibilità di situazioni e dinamiche più complesse. L’obesità rappresenta  una condizione medica che  molto spesso causa gravi danni alla salute.

“The more you gain weight, The more I get excited”..and the health risks?!

A cura della tirocinante IISS: Francesca Palladini

Tutor: Margherita Attanasio

Bibliografia

– American Psychiatric Association (APA),  Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fifth Edition, DSM – 5,  Milano, Raffaello Cortina Editore, 2014

Shugart H. A. (2016) Heavy: The Obesity Crisis in Cultural Context, Oxford University Press.

Richardson N. (2010) Transgressive Bodies: Representations in Film and Popular Culture, Routledge.

Sitografia

– www.FantasyFeeder.com

 

Condividi

Lascia un commento

Scrivi e poi premi Invio per cercare